23 gennaio, 2007

Integr8r Big Match!!!

"E' molto interessante paragonare Cane di paglia ad Arancia meccanica: in entrambi si 'drammatizzano' le tendenze alla violenza irrazionale, ma mentre nel primo è almeno ipotizzabile un diverso uso della violenza accumulata in ciascun uomo, nel secondo ogni ipotesi dialettica della realtà cade di fronte al mostruoso incremento progressivo di tutti gli istinti esorcizzati dalla civiltà. Se la violenza esiste a livello di pulsioni generalizzate, per Peckinpah bisogna in qualsiasi modo incanalarla ed utilzzarla, per Kubrick è fatale che ne saremo travolti, qualunque argine ci affannassimo ad erigerle contro."

Valerio Caprara, Sam Peckinpah, Il Castoro, 1997


Entrambi i film sono stati girati in Inghilterra nel 1971. Quindi non è poi così stramba l'idea di lanciarli sul ring. Non provo neanche a nascondervi da che parte sto: adoro Kubrick, ma sono un peckinpahiano ortodosso. E voi? Da che parte state? Non si tratta solo di una questione di gusti cinematografici (sempre che esistano i gusti), qui ci sono due visioni del mondo che si prendono rispettosamente a testate. Sono aperte le scommesse.

(Immagine: Peckinpah e Kubrick)

9 commenti:

cimba ha detto...

boh

cimba ha detto...

scusate ho risposto d'impulso. ma al momento non riesco ad approfondire il concetto!

alessandro ha detto...

Difficile.
Peckinpah: la violenza è necessaria per sopravvivere qualora si risvegli un istinto primario (difesa del territorio).
Questo implica anche del piacere nell'atto violento.
L'autorità è presente in quanto forma di autocontrollo, educazione.
Kubrick: Alex è un caso patologico, la violenza cosa è per Alex? La sua natura intima, la chiave di azione nel mondo.
L'autorità è presente in quanto Stato che cerca di sopprimerla con altra violenza.
Kubrick dice che saremo travolti dalla violenza? Si, ma in questo modello di società che cerca di sopprimerla con altra violenza.
Peckinpah dice che qualsiasi modello di società, non scomparirà mai la violenza perchè è nella natura umana.
Cioè P. parla della natura dell'uomo dicendo non si puo' cambiarla, non è bene o male, è cosi'.
K. dice; se provate a cambiarla, non è che una forma di violenza destinata a fallire, perché la violenza riemergerà sempre e, anzi vi travolgerà.
comunque adess devo andare a dormire!
Ne riparliamo quando torno da anogouleme.
Ciao!

Pasquale La Forgia ha detto...

@ cimba:
approfondirai. per ora un "boh?" va più che bene.

@ alessandro:
carissimo,
vedo che hai buttato giù un po' di roba. lascio la parola agli altri commentatori abituali prima di dichiarare la mia scelta. o, meglio, prima di motivarla, poiché per la stretta cerchia integratoria ormai è risaputo: cane di paglia è semplicemente il film più bello che abbia mai visto. dove bello vuol dir tutto, senza eccezioni.

a presto.

ps: buon viaggio ad angouleme. se trovi Six cent soixante-seize apparitions de Killoffer, compramelo! altrimenti i film che ti ho promesso te li scordi!!!

alessandro ha detto...

28 euro costa 28 euro
sei sicuro?

Pasquale La Forgia ha detto...

@ alessandro:
ovvio che sono sicuro, so benissimo quanto costa! ormai non sono più un povero terrone, ma un milanese benestante...
:)

'notte!

Frans Van der Groov ha detto...

Anch'io non saprei dire,
cane di paglia poi l'ho visto molti anni fa e dovrei rivederlo per dare un giudizio sensato; ricordo però che mi aveva colpito molto.

andrea ha detto...

sono due capolavori!
arancia meccanica è un sogno. forse un pò acidino.. cane di paglia è un incubo, trasmette paure che noi già conosciamo. lo puoi addirittura anticipare..
Kubrick fa dello spettacolo. lo porta al limite della nostra razionale comprensione. superbo! ti inchioda alla poltrona e tu dici "ehi! ma che cazzo succede!?".. "questo è un genio!!"..
Peckinpah fa paura. c'è un david dentro ognuno di noi. ma siamo troppo piccoli per avere un alex dentro di noi.
quella di david è una reazione. quella di alex è un'ossessione, una follia ultra moderna.

e dovresti essere più sincero con il pubblico...
Tu preferisci Cane di paglia perchè Amy è un bocconcino squisitissimo.. fantastica.. e non dire che non è vero.. e poi David è un secchione.. si occupa di questioni matematiche ed anche l'editoria si basa sui numeri...(quante pagine.. quante copie.. quanto costa.. ma incasserà qualcosa?) e tu sei dalla parte del secchione MISOGINO!! secchione che è capace di bere, farsi insultare, difendersi e aggredire. e magari sa anche ballare!!
alex invece è un super figo! è vestito divinamente ma purtroppo nessuno di noi potrà imitare il suo look (sembra uno dei nani di Willy Wonka!!!). bello.bello.bellissimo. e se ne "fa" due insieme!!!! a differenza di quel mezzo gay di david.. che cazzeggia con i numeri..
"ti ricordi quando amy gli modifica l'equazione e poi lui ha una strana sensazione di mancamento/stordimento/spaesamento??"..

basta. devo mangiare.



p.s. qualche macchina preferisci?? quella di Alex nella folle corsa notturna verso la villa fuori mano? oppure quella di david che sfreccia nelle campagne inglesi?
questo è a mio parere il vero quesito. la macchina.

tuo sempre vicino coinquilino!
e lava i piatti che sporchi!!

andrea

p.p.s. giusto a titolo informativo: è uscito il nuovo album degli EUROPE!! con tour annesso.
e vai!! erano anni che aspettavo!!

Pasquale La Forgia ha detto...

@ andrea:
caro coinquilino,
è verissimo. sgamato in pieno... del resto, lo ammetterai, quando mi hai detto del tuo commento ho immediatamente intuito il nucleo di quello che potevi aver scritto.
ti cito:

"quella di david è una reazione. quella di alex è un'ossessione, una follia ultra moderna."

per chi non lo sapesse, david sumner (dustin hoffmann) è il protagonista di cane di paglia. e come dici tu:

"David è un secchione [...] e tu sei dalla parte del secchione MISOGINO!! secchione che è capace di bere, farsi insultare, difendersi e aggredire. e magari sa anche ballare!!".

verissimo. a mio modo sono un secchione (anche se al contrario di david non ho nessuna dimestichezza coi numeri). e, sempre a mio modo, sono un misogino. oddio, diciamo che la secchionaggine mi è sostanziale, mentre la misoginia è più una brutta piega momentanea, confortata - ahimé! - dalla massiccia idiozia della popolazione femminile in cui ho avuto la sfortuna di inciampare.
per quanto concerne le capacità di bere, farsi insultare, difendersi e aggredire, non c'è dubbio che io le abbia tutte. per quanto riguarda le mie potenzialità danzerecce, che dire? qualcuno doveva pure colmare il vuoto lasciato dalla morte di nureyev e dall'imbolsimento di travolta. quindi dio ha pensato bene di mandarmi sulla terra.

"qualche macchina preferisci?? quella di Alex nella folle corsa notturna verso la villa fuori mano? oppure quella di david che sfreccia nelle campagne inglesi?
questo è a mio parere il vero quesito. la macchina."

già... bella domanda. alex guida una durango 95, di questo sono certo. il povero david ha una macchina splendida, anche se scassata, ma non ho idea di cosa sia. qualcuno può aiutarmi?

"e lava i piatti che sporchi!!"

ehm... ok, vado in cucina.

"è uscito il nuovo album degli EUROPE!! con tour annesso.
e vai!! erano anni che aspettavo!!"

caro mio, questi sono problemi tuoi.
un abbraccio,
pasquale

ps: sai bene che quest'abbraccio non te lo darò mai, essendo io un complessato con tendenze afefobiche.

pps: l'afefobia non è il terrore generato dalle immotivate apparizioni televisive di afef (patologia della quale comunque soffro), bensì la paura di essere toccati.