11 settembre, 2007

Corona brothers

Non disdegno mai uno sguardo alle riviste scandalistiche e quest'estate scopro che Fabrizio Corona, fratello del meno noto fumettista Marco, dopo essere uscito di galera, con l'accusa di estorsione e ricatto, ha scritto un libro di memorie dei giorni passati in cella.
Ora, come poteva intitolarsi un libro del genere?
Lui avrebbe voluto intitolarlo "Giudici bastardi" ma qualcuno a lui vicino deve avergli consigliato di tenere un profilo più basso magari con una spruzzatina di cultura e gli ha detto:
- perché non "la mia prigione", quasi come Pellico?
- come chi?
- Silvio Pellico, lo scrittore carbonaro
- Ah si, l'ho beccato con Elisabetta canalis in Costa Smeralda l'estate scorsa, ci ho fatto un bel gruzzoletto.

Ma vi rendete conto?
Ma soprattutto, come mai in galera ci è finito lui che è il fratello buono?

4 commenti:

roberto la forgia ha detto...

perchè marco non si fa fregare dai piedipiatti. lui è un justo

marcocorona ha detto...

il mio avvocato ti appenderá per i testicoli all'albero piu' alto!

Frans Van der Groov ha detto...

mai avuti, i testicoli.

federica ha detto...

ci sono più corona che cinesi.