26 dicembre, 2010

Regali in ritardo e non richiesti








Un po' di roba sparsa disegnata ieri notte. Cliccateci sopra per ingrandire. Ci si risente con l'anno nuovo.

16 commenti:

marcocorona ha detto...

belli, alcuni issimi, dovresti fare il caricaturista introspettivo, come lavoro intendo, pagato, bene.

pasquale la forgia ha detto...

grazie, caro. è bello avere un tifoso sempre a disposizione.

Francesco ha detto...

Se è per questo, con me fanno 2 tifosi!

ILCANIGLIA ha detto...

e........che sai pure disegnare zio fà

pasquale la forgia ha detto...

@ francesco:
onoratissimo.

@ caniglia:
è solo una delle mille cose inutili e non redditizie che so fare.

iguana ha detto...

Ale cambio discorso dai disegni di cui, peraltro, ho visto la nascita vis-à-vis.
Quando ho visto il trailer che hai postato prima, mi sono commosso. Non conosco questo regista, ma è sempre così totalizzante e totale?
Insomma, quando ho visto quel trailer mi sono sentita tutto. E parte della terra che fa crescere le piante e marcisce le carcasse.
Aiuto... voglio vederlo....

pasquale la forgia ha detto...

sì, malick è un maestro è la sua visione delle cose è sempre ENORME. la sua filmografia conta appena quattro titoli (escluso questo di possima uscita), quindi basta una settimana per recuperare.
days of heaven (in italiano "i giorni del cielo") per me è il suo capolavoro. se non l'hai già fatto, VEDERE NOW. ne parlavo tempo fa qui:

http://integratore.blogspot.com/2010/07/due-film-enormi.html

ciao,
tuo fratello di sangue

fosco ha detto...

Roy Menarini (uno dei nostri critici di riferimento):
"Il trailer di "Tree of Life" di Malick sotterra già tutto il resto del cinema contemporaneo."

l'unico problema è che andrebbe visto al cinema...

per il resto: tanti auguri a tutti

pasquale la forgia ha detto...

va visto al cinema senza dubbio alcuno.
un abbraccio e buon anno!

pasquale la forgia ha detto...

saltando di off topic in off topic. un'oretta fa ero in un locale: grande tavolata con amici e - soprattutto - amici di amici. su uno schermo mandavano in loop il dvd de "la febbre del sabato sera" (senza audio). un povero-wannabe-morettiano seduto al mio tavolo guarda di traverso e dice: "che cacata questo film, non fanno altro che ballare...". io, in un momento di inaspettata gentilezza, invece di sparargli addosso una sequela di bestemmie capace di azzerargli il credito della tessera feltrinelli, gli faccio presente che invece "la febbre del sabato sera" è un film molto buono. lui, con una faccia che denuncia ripetute ed entusiastiche visioni di "che tempo che fa", spara allora una cazzata fosforescente: "è per colpa di questo film che ci siamo beccati 'dirty dancing'!". a questo punto la sala è illuminata dal bagliore delle sue immani stronzate. eppure, mentre nella sua testa il poveretto si sta forse chiedendo se fa più serio fischiettare i baustelle o paolo conte, io resto tranquillo. mi giro verso lo schermo e, invece di affettare il povero-wannabe-morettiano coi cd degli audiolibri di saviano letti da lui stesso medesimo, mi concentro sulle immagini senza sonoro e fisso il terribile volo di bobby c. che cade dal ponte.
potenza del cinema. cancella ogni inutile interferenza.
notte.

fosco ha detto...

Vedo che il natale non ti ha ingentilito come ha fatto con me. L'altra sera ho provato con molta pazienza a vedere Aprile (per la prima volta tutto di seguito).

C"è una scena in cui quel tizio con la barba che non sa recitare ma occupa lo schermo col suo capoccione dichiara "Strange Days" una gran cazzata.

Non ho mai avuto tanta voglia di rivedere Strange Days come in quel momento. Dopodiché il computer si è spento da solo per pietà.

the substitute ha detto...

Non passavo da qui da secoli e me ne rallegro perché mi sono fatto una scorpacciata di cose gustose invece di prenderle col contagocce come al solito.
Pasquale i tuoi disegni sono una gioia per gli occhi, smettila di tirare il segno e nascondere la mano. Prenditi un mese di riposo e tira fuori qualcosa che sopravviva ai vermi. Anche i tarli hanno diritto alla loro parte.

Io ho lasciato Milano con grande sollievo, se vuoi il resto te lo racconto in una mail privata, in ogni caso ripasso dall'Integratore e magari sul mio blog onoro qualche promessa lasciata in sospeso.

un caro saluto disgraziato.

pasquale la forgia ha detto...

carissimo carlo,
fa piacere sentire questo entusiasmo. chissà che prima o poi ti darò retta e mi metterò al tavolo a disegnare. per ora è ancora solo un raro passatempo. mi dispiace sapere che sei andato via da questo postaccio, ma sono contento di sapere che l'hai fatto con piacere. ovviamente per i dettagli è meglio uno scambio di mail.
la promessa sul tuo blog? è passato talmente tanto tempo che temo d'aver dimenticato di cosa si tratti.

Anonimo ha detto...

Carissimo Pasquale, le mie esortazioni in un blog con un sottotitolo come questo dovrebbero essere respinte come spam, ma io lo faccio egoisticamente, per il piacere di poter leggere le cose che sono -abbastanza- certo uscirebbero dalla tua penna.
Sul mio blog volevo soprattutto tradurre un'intervista a Lauzier che merita.

Nel postaccio -haimè- ho scoperto stamattina di doverci tornare,e pure presto, quindi mi sa che ci si incrocerà nuovamente.
La mia mail è thesubstitute@libero.it
la tua credo di averla persa.Il cellulare pure.

Visto che questo è il regno dell'off topic ti segnalo un link a un post che ti piacerà:
http://www.7yearwinter.com/2010/10/chi-uccide-meglio-luccisore/
leggendo il blog di Bucknasty è stata la prima volta che ho sentito parlare di Bill Hicks, la seconda con te.
Ci vediamo al solito postaccio

Marco Galli ha detto...

moto bello tuo lavoro... non non sono dell'est europa, è che sono le 2.47, sono cotto e non so cosa faccio davanti al pc... però volevo dirtelo...

pasquale la forgia ha detto...

@ carlo:
carissimo,
e quindi la macchina che ti ha sputato ti rivuole fra le sue fauci. allora ci si rivedrà. ti mando via mail i miei recapiti. e tu rimandami il tuo numero cellulare, non vorrei averne uno vecchio.
bucknasty lo leggo regolarmente. ci prende parecchio anche se ogni tanto sbrodola troppo.

@ marco galli:
"bello" è una parola grossa, ma "lavoro" lo è ancora di più. sono solo pastrocchi fatti per divertimento. in ogni caso, detto da te è un complimentone. seguo regolarmente il tuo blog e ho visto delle cose bellissime. ma sei a milano?