29 gennaio, 2010

Un piccolo film, una grande sorpresa

Mesi fa cazzeggiavo sulla sezione trailer del sito Apple. Passo molto spesso da quelle parti per sapere cosa è in uscita negli Stati Uniti, così da potermi procurare quei titoli che mi interessano e che so per certo non arriveranno mai in Italia. Fra i tanti film che mi ero segnato, uno in particolare mi aveva incuriosito. Il trailer era divertente e piuttosto ben fatto, anche se qualcosa mi lasciava un po' dubbioso. Non tanto l'orrendo font usato per i credit, ma il nome del regista. Sapevo di averlo sentito nominare, ma non ricordavo dove.
Google mi diede una risposta alla quale avrei preferito non credere. Il regista del film era questa persona.

Sì. E' proprio lui. Bobcat Goldthwait, lo Zed di Scuola di Polizia. Ora, io sono uno di buon cuore (giuro), ma in tutta onestà non avrei mai pensato che quest'uomo fosse in grado di girare e scrivere un film. A dirla tutta, non credevo fosse nemmeno in grado di star seduto su una sedia senza darsi fuoco alle scoregge. Colpa mia, che non conoscevo gli altri lavori di questo genietto pazzoide. Ma questa è un'altra storia.
Fatto sta che passa il tempo e io mi dimentico di questo film. Ieri, spulciando le solite immancabili classifiche del meglio e del peggio del cinema 2009, mi imbatto in una che - non chiedetemi perché - si prende la mia attenzione.
Sfogliandola ritrovo il nome di quel film che mesi prima m'ero segnato chissà dove e allora mi dico: "Vediamo se si trova da qualche parte. Tanto in Italia non arriverà MAI". Lo trovo. Lo guardo. Il film finisce. Io applaudo.
Il film è World's greatest dad e lo consiglio di cuore. Non è un capolavoro, sia chiaro, ma è davvero una sorpresa. E non è poco. Non chiedetemi nessun dettaglio sulla trama (che c'è e non è niente male), perché qualsiasi informazione utile sarebbe un inutile spoiler.

Ps: l'attore protagonista è Robin Williams, che a me non fa impazzire. Ma è un uomo con un gran mestiere e qui lo usa tutto.

Pps: Roger Ebert, un critico vero, è rimasto stupito tanto quanto me e ha dato al film tre stelline su quattro. Ha sollevato alcune domande intelligenti e doverose, ma il suo articolo è bene leggerlo dopo aver visto il film.

5 commenti:

fosco ha detto...

dimmi, hai visto precious?
io sì e ho mooolti dubbi.

pasquale la forgia ha detto...

non so. c'è dietro oprah. mi basta per non guardarlo. magari mi sbaglio. ma magari anche no.

francesco ha detto...

che ragazzo stimolante che sei... 'luomo dildo! :)
tabbraccio

bardamu ha detto...

sfrutto anche io le tue "conoscenze"..
Sai qualcosa del film la bocca del lupo? mi ha incuriosito ma non ne so praticamente nulla a parte qualche recensione in qua e in là.
un saluto

pasquale la forgia ha detto...

@ cazzani:
ti stimolo il peperone

@ bardamu:
mai sentito nominare. me lo sono cercato su google, ma in tutta onestà non mi sembra una cosa nelle mie corde